Viaggio nelle festività giapponesi, tradizione e folklore

Viaggio nelle festività giapponesi, tradizione e folklore

Nonostante i giapponesi siano universalmente noti per il loro essere ligi e stacanovisti sul lavoro, nel Paese del Sol Levante le festività e le celebrazioni proprio non mancano. Ne esistono sia carattere locale che nazionale, buona parte di esse sono strettamente legate ai culti praticati nel Paese: in particolare, dalla pratica religiosa scintoista derivano i Matsuri (祭), feste religiose tradizionali che attirano nelle strade e nei parchi centinaia di persone, esse sono atte a propiziare il favore delle divinità, che vengono invitate ad unirsi alla popolazione per partecipare ai banchetti in loro onore. Ogni santuario shintoista celebra il proprio matsuri, rendendo omaggio ai propri kami protettori o festeggiando un particolare evento stagionale o storico.

Vi sono poi numerose altre feste che coincidono con i “giorni rossi” del calendario, ossia quelle date ufficiali in cui gli impiegati degli esercizi pubblici di tutto il Paese sono di fatto in vacanza: tra queste ci sono Ganjitsu, ossia il Capodanno, come da noi, Bunka no hi (la giornata della cultura), Taiiku no hi (la giornata dello sport), Yama no hi (il giorno della montagna), Umi no hi (il giorno dell’oceano) e tanti altri.

Altre date invece, come San Valentino, Tanabata o Setsubun non sono propriamente festive in termini lavorativi ma sono comunque abitualmente celebrate dal popolo nipponico che è solito fare doni, esporre decorazioni o fare dei veri e propri rituali ben augurali, in base all’occasione.

In questa lezione, tenuta da Mary Scacco (Kitsunebi), parleremo delle origini storiche o mitologiche delle feste giapponesi, di come vengono celebrate ancora oggi, scoprendo che significato hanno.

Se siete appassionati di Giappone, specie se desiderate visitarlo e vi piacerebbe farlo durante qualche evento festivo per godere appieno della sua atmosfera senza tempo, non potete mancare!

Le attività di Mondo Japan sono tutte gratuite e sono organizzate da Momiji, Centro di Lingua e Cultura giapponese. Per garantirvi un posto a sedere conviene arrivare con qualche minuto di anticipo, ma in caso di esaurimento posti sarà possibile seguire la lezione anche in piedi.

Commenti Facebook
Sviluppo Web by Studioidea - © Copyright 2018 - B-Geek S.r.l - P.I 07634480722 - All rights reserved.