Jared Leto: interpretare Joker è stato come cacare sangue

Jared Leto: interpretare Joker è stato come cacare sangue

La rivista britannica Empire Magazine questa settimana dedica la sua copertina all’attesissimo Suicide Squad, film-evento della DC Extended Universe, in uscita nelle sale americane il 5 agosto 2016.

La trama, come molti fan già sapranno, riprende le vicende della squadra di super cattivi DC composta da Deadshot (Will Smith), Capitan Boomerang (Jai Courtney), Killer Croc (Adewale Akinnuoye-Agbaye), Katana (Karen Fukuhara), Slipknot (Adam Beach), El Diablo (Jay Hernandez) e Harley Quinn (Margot Robbie), assoldata dall’agente governativo Amanda Waller (Viola Davis).
Nel film ricopriranno dei ruoli di primo piano i personaggi dell’Incantatrice (Cara Delevigne) e di Joker, la cui interpretazione, affidata a Jared Leto, Oscar come miglior attore non protagonista per Dallas Buyers Club (2014), ha già suscitato scalpore.

L’attrice e modella Cara Delevigne, che nel film interpreta il doppio ruolo dell’esploratrice June Moone e della terribile Incantatrice, ha raccontato così i suoi personaggi:

L’Incantatrice è un’antica strega, un essere spietato rimasto intrappolato per tanto tempo e che finalmente riesce a liberarsi. June è un’esploratrice alla ricerca di avventure e di emozioni: otterrà quello che cercava, ma in una maniera tremenda.

Il personaggio più commentato e su cui si riversano più aspettative è, tuttavia, proprio il Joker di Leto, che raccoglie una pesante eredità interpretativa, dopo le versioni, estremamente diverse tra loro ma entrambe magistrali e irripetibili, di Jack Nicholson e Heath Ledger:

Stavo proprio pensando che Joker avrebbe risposto “Fanculo” e se ne sarebbe andato.
É stato sicuramente un periodo alienante, come se avessi vissuto in apnea. Tuttavia è stata un’opportunità irripetibile e non mi immagino un altro modo per interpretarlo.
Si può dire che sia stato un gioco psicologico allo stesso tempo divertente, doloroso e faticoso: è stato come cacare sangue.

Ecco quanto dichiara Leto alla rivista inglese, sottolineando che durante tutto il tempo delle riprese non si è mai distaccato dal personaggio del Clown Principe del Crimine.
Questa identificazione assoluta lo ha portato a tormentare gli altri membri del cast in modi del tutto coerenti col personaggio: Jim Parrack (che interpreta Jonny Frost, la spalla di Joker) ha ricevuto diverse chiamate durante tutta una giornata in cui Leto gli chiedeva di dipingere di nero delle rose o di riempire uno zaino con dei lunghi chiodi.

Leto racconta che, durante le riprese, ha ascoltato molti gospel degli anni Venti e di aver prevalentemente letto libri sugli sciamani e aggiunge:

Ho sempre pensato che Joker fosse molto più vecchio di quanto la gente pensasse, ma in realtà ha qualcosa di diverso: se non infrangi le regole, non salirai mai al livello successivo.
Penso che rimarrò segnato per tutta la vita.

Aggiunge il regista, David Ayer:

Quel personaggio ha un potere sinistro, come una sorta di bizzarro miracolo, reso possibile da tutto quello che Jared Ha fatto, oltre che dalla fotografia e da tutto quello che lo circondava: abbiamo davvero realizzato un qualcosa di trascendente.

Ecco a voi il miracolo, nella gallery offerta da Empire:

Francesca Torre

Fonte: SHH, CBM, SHH

Commenti Facebook
Sviluppo Web by Studioidea - © Copyright 2018 - B-Geek S.r.l - P.I 07634480722 - All rights reserved.